Rifondazione: «Torniamo a indicare il prezzo in lire»

Contro l’aumento dei prezzi e a tutela dei consumatori il gruppo del Prc alla Regione Lazio ha proposto un emendamento alla legge finanziaria regionale per indicare il prezzo delle merci in vendita, oltre che in euro, anche in lire. «La proposta che abbiamo presentato - spiega il capogruppo di Rifondazione comunista alla Pisana, Ivano Peduzzi, prevede l’obbligo, a partire dal 1 marzo 2006 e fino al 31 dicembre 2009, di indicare il prezzo anche in lire sulla merce esposta in pubblico con le stesse dimensioni e carattere del prezzo in euro». Uniche eccezioni sono previste per le farmacie, per le rivendite dei giornali e per gli esercizi che effettuano vendite esclusivamente attraverso apparecchi automatici. Un provvedimento peraltro già approvato dalla Regione Puglia, per tutelare i consumatori dai rincari ingiustificati».