Riforma elettorale, nessun dialogo con questo disastroso governo

Questa pseudo «maggioranza» in soli otto mesi ha occupato tutti i vertici del potere civile, militare ed economico. Ha dato il via ad un’immigrazione selvaggia che in breve tempo annichilerà le nostre radici e la nostra cultura ed equipara i diritti degli immigrati di oggi a quelli degli italiani; ha cancellato le riforme di scuola, lavoro e tv fatte dal governo Berlusconi; ha annullato gli impegni presi dal governo con altri Stati; vuol demolire la famiglia e lo stato sociale, a cominciare dai matrimoni tra gay e dal sistema pensionistico e sanitario; ha fatto una Finanziaria che è l’esatto contrario di ciò che aveva fatto, meticolosamente e con grandi sacrifici, in cinque anni di duro lavoro il centrodestra e che annullerà in breve gli enormi vantaggi che derivano da quell’impegno con la forte diminuzione del debito pubblico. Ed ora che stanno per esplodere tutte le contraddizioni di quella rissosa congrega che sa solo togliere ai poveri per dare ai ricchi e deridere i sentimenti di cinquantasei milioni di italiani mettendo coppie gay e pornostar nude vicino al Bambin Gesù, proprio ora il centrodestra vorrebbe soccorrerla? Dialogare con lei? Salvarla? Ma non scherziamo. Questa «maggioranza» deve andare a casa e subito! Ha già fatto troppi danni all’Italia. Sono sicuro che gli italiani non perdonerebbero al centrodestra nessun accenno di dialogo con Prodi & co. nemmeno per la legge elettorale.