Riforma tv, Berlusconi accusa: «Banditi»

Il governo ha approvato all'unanimità il disegno di legge di riforma dedicato alla Tv nel passaggio al digitale terrestre, presentato dal ministro delle Comunicazioni Gentiloni. Secondo la nuova normativa una rete Mediaset e una Rai andranno sul digitale entro il 2009. Fissato anche un tetto per gli spot pubblicitari. Sulla vicenda il leader della Cdl Berlusconi si è espresso duramente a Campobasso, definendo quello del governo un atto di «banditismo»: «È una manovra a tenaglia, vogliono farmi fuori». Rabbiosa anche la risposta di Mediaset. «Oggi il governo ha presentato una legge contro un'azienda che appare tagliata su misura come vendetta politica».