«Riforme necessarie anche in periodo di vacche magre»

La fase del dopo crisi deve essere accompagnata da «riforme di modernizzazione del Paese». Perché alcune riforme vanno fatte «anche in un periodo di vacche magre». Il ministro della Funzione pubblica, Renato Brunetta, intervenendo a una trasmissione radiofonica sottolinea che le sue proposte non comportano necessariamente un aumento della spesa pubblica: «L’obiettivo è fare riforme strutturali nel rigore, riforme che non solo non costano nulla ma che aiutano a risparmiare modernizzando il Paese». Sul ministro dell’Economia, Giulio Tremonti: «È più preoccupato perché dice: nelle fasi di transizione occorre essere guardinghi».