Rifugiati, a Rieti emergenza finita

È terminato a Rieti lo stato di emergenza dovuto ai 101 rifugiati politici arrivati nel capoluogo il 10 ottobre. Lo ha reso noto la Prefettura di Rieti precisando che i 101 immigrati sono stati sistemati in 39 abitazioni messe a disposizione dal comune capoluogo, 15 dalle Suore Clarisse di Fara in Sabina, 27 in abitazioni private del Comune di Cantalice, 17 in un fabbricato privato della frazione di Sant’Elia e 3 in un edificio di proprietà del Comune di Contigliano. «Dal giorno di arrivo ad oggi - riporta una nota della prefettura di Rieti - i 101 rifugiati sono stati sottoposti tutti a visita medica e di ognuno è stata redatta una scheda di identificazione utile per i successivi atti per il riconoscimento dello status di rifugiato politico». Il prefetto Silvana Riccio, a conclusione delle operazioni di accoglienza e sistemazione degli immigrati, ha espresso la propria soddisfazione «ringraziando per l’impegno ed il senso di sensibilità dimostrati, non solo quanti hanno partecipato all’organizzazione dell’accoglienza, ma anche tutta la popolazione».