«Rifugiati, un tetto massimo per regione»

Un tetto massimo di rifugiati per ogni regione. «Milano ne ospita già 400 e ne ha circa 250 in lista d’attesa». Dopo la «rivolta» dei cento eritrei che la scorsa settimana hanno occupato i binari e manifestato nel centro città, il sindaco Letizia Moratti ha scritto al ministro dell’Interno Roberto Maroni chiedendo soluzioni che evitino di trovarsi di fronte a simili emergenze.
Sul fronte rom, il prefetto Gian Valerio Lombardi - oggi sarà a Roma per ottenere da Maroni i 10 milioni promessi per la messa in sicurezza dei campi e di una decina di aree dismesse - anticipa che i nomadi virtuosi verranno aiutati «a trovare alloggio», nelle case offerte dalle associazioni. Chi ha commesso reati sarà cacciato dai campi. Uno verrà trasformato in area di sosta e transito.