Una riga di titolo stesa in corpo 24 fisso

Una botta del genere Joachim Low non se la sarebbe mai aspettata. Lui che prima della partita aveva dichiarato: «Siamo pronti a cambiare la storia e a ribaltare le precedenti sconfitte con l’Italia». E dopo invece si chiude in se stesso, fa quasi fatica a salutare Prandelli, non ringrazia nemmeno i suoi giocatori. È furente, tutti se ne accorgono e tutti gli girano alla larga, a cominciare dai deludenti Hummels BadstuberSchweinsteiger, Podolski e Gomezxxx