Rignano, un progetto per sostenere i cittadini

Incontri di ascolto e mediazione in luogo protetto e «neutro», un centro di consulenza per i genitori, attività ludico-ricreative per i bambini, sostegno da parte degli psicologi. Si articola in cinque direttrici il «Progetto per Rignano Flaminio», messo a punto dal Tavolo interistituzionale promosso dall’assessorato Istruzione della Regione Lazio, composto dallo stesso assessorato regionale, dall’assessorato alle Politiche sociali della Provincia di Roma, dal Comune di Rignano Flaminio, dall’Ufficio regionale scolastico e dall’Ordine degli psicologi del Lazio. Il progetto è stato elaborato al fine di fornire assistenza e sostegno alla comunità di Rignano Flaminio per aiutarla a superare le criticità che si sono create in seguito alle denunce di casi di pedofilia nei confronti dei bambini della scuola Olga Rovere. «Sostenere a accompagnare un processo di ricostruzione del dialogo sociale e di un clima di fiducia nella comunità e nelle istituzioni - spiega l’assessore all’Istruzione della Regione Lazio Silvia Costa -. È questo l’obiettivo che ci siamo posti, su iniziativa del mio assessorato, dando vita a un Tavolo che vede la presenza delle istituzioni, delle associazioni dei genitori e della scuola, insieme alle associazioni professionali ed agli esperti».
«Il progetto per Rignano Flaminio - prosegue l’assessore - ha visto un contributo attivo corale e vuole rispondere innanzitutto alle esigenze di sostegno e di ascolto delle famiglie, di mediazione del conflitto sociale, di ripresa di un’attività serena della scuola e dei processi educativi. Naturalmente questo progetto, articolato in diversi interventi, servizi e prestazioni, che la Regione e la Provincia sosterranno fino alla fine di settembre, non interferirà assolutamente con lo svolgimento dell’inchiesta, ma intende “prendersi cura” di una comunità lacerata e disorientata, attivando tutte le risorse e le forze locali». «Mi auguro - conclude Costa - che ci sia un forte impegno di tutti per creare le condizioni per guardare ad un futuro più sereno per la comunità di Rignano, naturalmente augurandoci che l’inchiesta faccia presto luce sulle vicende giudiziarie». Nell’ambito del Progetto Rignano l’ordine degli psicologi del Lazio fornirà un elenco degli istituti che hanno aderito all’iniziativa di solidarietà a favore della popolazione di Rignano Flaminio. In un protocollo d’intesa fra l’ordine degli psicologi del Lazio e gli istituti di psicoterapia e i centri specializzati sono stati definiti gli obiettivi e le modalità di attuazione.