Rignano, richiesta del pm: "Altri tre bimbi testimoni"

Il pm di Tivoli, Mansi, ha chiesto al gip Tamburelli di inserire nell'elenco delle deposizioni altri tre alunni della scuola materna "Olga Rovere" nel processo sui presunti abusi pedofili. Continua la polemica delle difese: "Inattendibili"

Tivoli - Altri tre bambini, oltre ai 19 dei quali è già stata disposta l’audizione, potrebbero essere ascoltati tramite incidente probatorio nell’ambito dell’ inchiesta sui presunti abusi sessuali ai danni dei piccoli della scuola materna Olga Rovere di Rignano Flaminio. A chiedere al gip di Tivoli Elvira Tamburelli l’interrogatorio dei tre bambini, previa indagine psicologica sulla loro capacità di testimoniare, è stato il pm Marco Mansi. Degli iniziali 19 bambini per i quali era stata decisa l’audizione ne sono stati sentiti finora tre sui quattro già periziati dalla neuropsichiatra infantile Angela Gigante.

Le testimonianze I tre, secondo le parti civili, hanno lanciato accuse alle maestre Patrizia Del Meglio e Marisa Pucci, due dei sette indagati, mentre per i difensori degli accusati si è trattato di racconti fantasiosi, contraddittori e privi di riscontri. Il quarto minore sottoposto ad indagine psicologica, una bambina, non è stata ritenuta idonea ad essere sentita. Attualmente il pool di esperti nominato dal gip Tamburelli sta eseguendo verifiche su altri otto bambini appartenenti al primo gruppo di 19 dei quali Mansi ha ottenuto di raccogliere la testimonianza.