Il rigore che ci piaceGrand’Italia batticuore ma tira fuori i Diamanti

L’Inghilterra imbriglia gli azzurri e li porta oltre i supplementari. Decide il bolognese, è semifinale. <strong>Guarda <a href="http://www.ilgiornale.it/sport/euro_2012/tabellino.pic1?id=249702">il tabellino</a> e <a href="http://www.ilgiornale.it/web/pdf/Pagelle_Italia_Inghilterra.pdf">le pagelle</a></strong>

Che dio, il dio del calcio, con la minuscola naturalmente, strabenedica gli inglesi. Se oggi possiamo tornare a sventolare il tricolore per le strade, è merito loro e di quel superbo quarto di finale vissuto ieri sera a Kiev, in uno stadio blindato, senza tifosi al seguito ma con gli ucraini dalla nostra parte, interpretato dal cuore grande così dei ragazzi in maglia azzurra. Un cuore grande così e un paio di prodezze sui calci di rigore. Una di Buffon, finalmente para-rigori su Cole, e l’altra di Diamanti che mette la firma sul passaggio alla semifinale. Meritato, anzi meritatissimo. Perché onorato con una prova di calcio generoso tradito solo dai gol mancati, dai due pali scheggiati da De Rossi e Diamanti. Adesso la mezza Italia di Prandelli, partita alla volta dell’europeo inseguita dagli schizzi di fango (scommessopoli), tra timori diffusi e ridotte speranze, superato lo snodo vitale dei quarti, può iscriversi al club delle migliori quattro nazionali del vecchio continente e puntare alla semifinale di Varvasia contro la Germania. Anche per loro c’è una speciale tradizione da ricordare: mai persa una partita di qualificazione, seria, di quelle che contano e che lasciano il segno insomma.

Che dio strabenedica gli inglesi, allora. La loro mutazione genetica, da calcio poco tattico e molto coraggioso a esponente di prima fila del catenaccio moderno, non sortisce alcun effetto positivo. Anzi, rinchiusi nella loro metàcampo, come provinciali, fanno una certa impressione. Anche un po’ di pena. Castigati ancora dai rigori, secondo una tradizione che sta diventando maledizione autentica. Solo Montolivo non assolve il compito dagli undici metri, al resto provvedono la sciatteria inglese e anche l’intuito felino del portierone azzurro. Così alla fine di una serata epica tutto lo stadio canta azzurro di Celentano che arriva da Kiev a Milano e Roma. «Il cuore non basta, bisogna andare oltre»: l’ammonimento di Prandelli prima di cominciare. Detto e fatto: a parte il cuore, c’è il gioco, disegnato da un architetto di fama, Pirlo il migliore degli italiani da cima a fondo. Anche Prandelli, per una sera, può far festa. Prima di lui solo Zoff, nel duemila, dodici anni prima perciò, riuscì a fare meglio conquistando la finale di Rotterdam persa ai supplementari con la Francia.

Non hanno gli ormeggi saldi, gli inglesi: si lasciano prendere subito d’infilata dall’Italia ed è il segno del loro disagio, forse anche di un complesso amplificato dal palo (terzo minuto) scheggiato col sinistro liftato da De Rossi appena Marchisio gli cesella un pallone al bacio sul limitar dell’area di rigore. È come prendere un gancio in pieno viso: o si va ko oppure ci si rialza più determinati di prima. All’Inghilterra capita la seconda reazione. Immediato il loro affondo (Johnson infilatosi in area ha un tocco morbido che Buffon prende al volo come farfalla sfuggita al retino) che non toglie alla prima frazione della sfida il connotato principale. Chi governa il gioco e tiene palla, non tipo la Spagna naturalmente, è l’Italia di Prandelli con De Rossi e Pirlo che fanno società in ogni zolla di campo: la produzione di giocate intraprendenti è anche soddisfacente, manca la resa, tradotta la mira, in particolare di Mario Balotelli che a un certo punto si sfoga prendendo a calci il palo della porta di Hart. Mario contrae un debito da saldare con i suoi a metà primo tempo quando Pirlo gli scodella nel corridoio giusto la palletta giusta per spaccare la partita. Lui, Mario, la spreca lasciandosi rimontare da Terry, autore della precedente distrazione difensiva.

L’Inghilterra non sta solo a guardare, ha una vistosa vocazione a difendere, spesso sono in 9 dietro la linea della palla, i due piloni centrali lasciano scoperti molti varchi, ma appena c’è un errore in campo azzurro, quello di Pirlo su punizione battuta corta, ecco scattare il serramanico del contropiede con Welbeck (tiro sulla traversa). Stesso profilo nella ripresa: comanda l’Italia, fino a schiacciare gli inglesi nella loro metàcampo, pronti a difendersi con le unghie e con i denti. Ma è sempre la mira degli azzurri la nota dolente della serata: comincia De Rossi, svirgolando sotto porta, prosegue Montolivo alzando di qualche centimetro sopra la traversa dopo un siluro di De Rossi deviato in malo modo da Hart, conclude Nocerino (arrivato al posto del romanista affaticato con un inserimento dei suoi) che finisce fuori per un tocco involontario.

C’è il supplizio dei supplementari da affrontare con uno scenario non proprio esaltante: Abate e De Rossi fuori per acciacchi muscolari, dentro Maggio (prossimo alla squalifica) e Diamanti, Cassano rimpiazzato perché spolpato dai 70 e passa minuti al servizio del gol. Non manca lo sgambetto del destino, costituito dal secondo palo centrato da Diamanti e dal gol tolto a Nocerino per fuorigioco mentre gli inglesi chiudono asseragliati nella loro metàcampo nonostante l’arrivo del torrione di Carroll e la consistenza di Walcott, lanciati da Hodgson nella mischia nel tentativo di sottrarsi allo strapotere azzurro. Si decide ai rigori, per fortuna. E la sorte non volta le spalle. Sbaglia Montolivo, l’unico, gli altri da Balotelli a Pirlo, Nocerino e Diamanti hanno il piede freddo. Si va a Varsavia, ci aspetta la Germania.

Commenti
Ritratto di marforio

marforio

Lun, 25/06/2012 - 09:01

Non ci esaltiamo troppo.Dobbiamo eliminare la Germania, dopo di cio mi potro ricredere di non aver fiducia di questa squadra.Dopo di cio possiamo anche essere soddisfatti.

linoalo1

Lun, 25/06/2012 - 09:12

Per fortuna ci è capitata la più debole,oltre a noi, in Europa!Ho sempre tifato e tfo Italia;però a tutto c'è un limite!Non posso sopportare che un ,tanto osannato,Ballottellli sbagli 5 su 5 tiri in porta!Se il suo ruolo fosse portiere,lo capirei!Ma un attaccante,che compito ha?Capisco se i 5 tiri fossero stati parati,ma il portiere inglese non ha nemmeno dovuto tentare una parata,tante le palle erano sempre fuori!E,il povero Cassano,che,dopo un tempo,era ormai senza fiato!cosa poteva fare se non farsi sostituire?Ma da chi se non abbiamo nessuno?Finchè continuiamo a prendere calciatori stranieri,l'Italia non potrà mai essere competitiva!Ma è mai possibile che nessuno lo capisca?Lino.

tacitus

Lun, 25/06/2012 - 10:03

Buona italia, ma non dimentichiamo la pochezza degli Inglesi. Senza attaccanti validi comunque si fa poca strada : Cassano è bolso ed il fenomeno Pippatelli quando deve concludere si picchia con il pallone. Un Destro o Matri qualunque ci avrebbe consentito di chiudere 3-0 i tempi regolamentari.

cavecanem

Lun, 25/06/2012 - 10:26

Tacitus concordo, se si vuole avere almeno una speranza contro la Germania..Balotelli deve rimanere in panchina.

CALISESI MAURO

Lun, 25/06/2012 - 10:39

Vedo Diamanti al posto di Cassano, se Prandelli azzecca questa, si va in finale. Il Balotelli... no comment, comunque con l'Inghilterra andava bene lui anche se non e' capace a fare goal. Forse se smette di sputacchiare e picchiare zolle e pali ... forse ...

CALISESI MAURO

Lun, 25/06/2012 - 10:39

Vedo Diamanti al posto di Cassano, se Prandelli azzecca questa, si va in finale. Il Balotelli... no comment, comunque con l'Inghilterra andava bene lui anche se non e' capace a fare goal. Forse se smette di sputacchiare e picchiare zolle e pali ... forse ...

MMARTILA

Lun, 25/06/2012 - 10:52

Mi pare che il problema degli stranieri che non consentirebbero ai calciatori nostrani di crescere sia una bufala clamorosa. Casomai potremmo dire che le altri nazionali sono infarcite di stranieri naturalizzati. La stessa Germania ha in rosa 2 polacchi ( Podolski e Klose) un sudamericano di origine (Gomez), un africano (Boateng), e altri tre che presumo turchi, ma certamente non teutonici (Gündogan, Khedira, Özil). Qui sta la differenza...noi ne abbiamo uno che crea solo problemi...

MMARTILA

Lun, 25/06/2012 - 10:52

Mi pare che il problema degli stranieri che non consentirebbero ai calciatori nostrani di crescere sia una bufala clamorosa. Casomai potremmo dire che le altri nazionali sono infarcite di stranieri naturalizzati. La stessa Germania ha in rosa 2 polacchi ( Podolski e Klose) un sudamericano di origine (Gomez), un africano (Boateng), e altri tre che presumo turchi, ma certamente non teutonici (Gündogan, Khedira, Özil). Qui sta la differenza...noi ne abbiamo uno che crea solo problemi...

Al2011

Lun, 25/06/2012 - 11:03

Come al solito qui si riempie di anti-Balotelliani, e solo perchè è abbronzato, ombroso (ma Totti quando sputa è simpatico?) e non esulta dopo i goal (e perchè non può essere libero di non esultare? C'è forse una legge che impone di esultare, e perdere tempo correndo per lo stadio come se ti avessero acceso un petardo in quel posto?). Balotelli ha sprecato? E perchè, De Rossi non si è forse mangiato un goal ancor più facile, davanti al portiere? E Montolivo allora, che per poco non ci ha buttati fuori? Balotelli ha segnato con freddezza il primo rigore, il più difficile, e ha giocato bene, nel complesso. Chi mettereste al suo posto, Di Natale? Ma Di Natale l'hanno messo in Sudafrica (e si sa come è andata) e in altre occasioni, e spesso ha deluso. E poi ha 35 anni. Su, finitela di rompere col vostro anti-balotellismo da 4 soldi. Forza Mariooooooo!!!!

Al2011

Lun, 25/06/2012 - 11:03

Come al solito qui si riempie di anti-Balotelliani, e solo perchè è abbronzato, ombroso (ma Totti quando sputa è simpatico?) e non esulta dopo i goal (e perchè non può essere libero di non esultare? C'è forse una legge che impone di esultare, e perdere tempo correndo per lo stadio come se ti avessero acceso un petardo in quel posto?). Balotelli ha sprecato? E perchè, De Rossi non si è forse mangiato un goal ancor più facile, davanti al portiere? E Montolivo allora, che per poco non ci ha buttati fuori? Balotelli ha segnato con freddezza il primo rigore, il più difficile, e ha giocato bene, nel complesso. Chi mettereste al suo posto, Di Natale? Ma Di Natale l'hanno messo in Sudafrica (e si sa come è andata) e in altre occasioni, e spesso ha deluso. E poi ha 35 anni. Su, finitela di rompere col vostro anti-balotellismo da 4 soldi. Forza Mariooooooo!!!!

CALISESI MAURO

Lun, 25/06/2012 - 11:37

Al 2001, Balotelli e' un attaccante, il suo lavoro e' fare goal e non li fa' , come un dottore deve curare e un saldatore saldare se non fanno questo li mandano via . A mio avviso De rossi sta' facendo belle partite. Con rispetto

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 25/06/2012 - 11:37

Fossi in Monti approfitterei di questa euforica anestesia che puntualmente accompagna le vittorie calcistiche...per appioppare un'altra e più esosa tassa "salva Italia" nel deretano degli italiani. Verrebbe, con ogni probabilità, "assorbita", con il sorriso sulle labbra, al grido di:"Chissenefrega...tanto andiamo in semifinale!" Il dissacratore guastafeste.

benny.manocchia

Lun, 25/06/2012 - 11:54

Oggi riposo assoluto,con "studio" attento e sereno della squadra tedesca in campo. Domani allenamento e lungo studio della nazionale germanica per capire i suoi punti deboli. Mercoledi:idem. Giovedi andiamo in campo decisi a stracciare i tedeschi (loro hanno detto:giovedi' stracceremo l'Italia). Niente paura.I tedeschi sono cavalloni che cercheranno di stendere i "fragili" italiani con un gioco pesante,pesantissimo.Noi li fregheremo con stile e tattica. Certo l'Italia potra' pedere,sul campo si puo' vincere o perdere. Ma non possiamo perdere senza prima fare tirare fuori la lingua ai "feroci" alemanni. I resto chioacchiere.Si sa che i tedeschi soffrono di "importantite acuta". Noi invece siamo soltanto piu' furbi. Un italiano inUSA.

VYGA54

Lun, 25/06/2012 - 12:32

Calma e gesso! Passiamo troppo facilmente dalla depressione all'euforia ( se ricordate anche nel 1982..). L'Inghilterra era poca cosa eppure quando per dieci minuti ha avuto in mano il pallino abbiamo tribolato. Dopo si sono rintanati nel peggior catenaccio di italica memoria. Ogni partita fa storia a sè e quindi la prossima sarà tutt'altra cosa. Vorrei spezzare una lancia a favore di Balotelli: d'accordo è indisponente, sarà forse pure antipatico ma ha fatto reparto da solo contro i britannici tenendoli costantemente in apprensione. Non è colpa sua se a questi Europei manchiamo di attaccanti di peso e poi non scordiamoci che gli assenti hanno sempre ragione....

Mario-64

Lun, 25/06/2012 - 12:33

Adesso si parla di "pochezza inglese" ,ma forse siamo noi che non li abbiamo fati giocare ,gli inglesi hanno battuto la Svezia e l'Ucraina davanti al suo pubblico ,pareggiando con la Francia ...se erano cosi' poca cosa non si qualificavano neanche no? Ora ci tocca la solita semifinale con la Germania (o forse resto del mondo visto che in quella squadra i nonni tedeschi ce li hanno in tre...); vengono in mente ricordi epici , incrociamo le dita ,comunque erano loro i favoriti ,quindi anche quelli che hanno tutto da perdere.

lamwolf

Lun, 25/06/2012 - 12:53

Ieri sera l'Italia ha giocato ha impressionato ed è in crescendo la forma sta arrivando hanno giocato per 120 minuti e vinto alla grande ai rigori. Sarebbe stata una beffa, perchè gli azurri hanno dominato con il 64% di possesso palla per non parlare delle occasioni da rete. L'Inghilterra catenacciara e senza gioco ha meritato solo una cosa di PERDERE, a casaaaaaaaa.

Ritratto di gattofilippo

gattofilippo

Lun, 25/06/2012 - 12:48

Come sempre i tedeschi sono i super favoriti, benissimo. Ricordo tre partite, una in Messico nel 70, una a Madeid nel 82 e l'altra a casa loro, in uno stadio dove non avevano mai perso, nel 2006. Io mi ricordo i risultati, loro? Speriamo che la Kulona sia a Varsavia.

ilducanero

Lun, 25/06/2012 - 13:11

calma e sangue freddo ,tiriamo un pò il freno a mano ,questa euforia alla fine ci rischia di farci male .sperando nella vittoria e nella Nazionale ,sperando che al rientro ci sia il re George e il vampiro Mortimer ,sperando nella buona sorte ,di un'asteroide ,un'ufo ,un oggeto non identificato faccia cadere l'aereo ,con tutti i suoi personaggi ad iniziare dal vecchio ,oppure che per la gioia gli si spacchi il cuore e fuori dalla ball............ vi chiederete come mai un'italiano che non tifa per la sua squadra ,ecco punto uno io sono per lo sport ,libero pulito ,non per il nostro ,corroto e marcio fino al midollo ,il nostro portierone che gioca d'azzardo ,scommette sulle partite e poi che scusa toglie ,che non è vero ,questo lo reputo molto disgustoso per il vero sport . se fosse una vera squadra ,con persone ,pulite ,sincere invece troviamo sempre i soliti corrotii ,vedasi la nostra federazione il nostro Abete ,persona idegna di stare al posto che ha ecccc..... speriamo che lo sprea

cavecanem

Lun, 25/06/2012 - 13:22

Al2011, tu o sei completamente accecato dai mass-media o di calcio non ne capisci molto. Balotelli e' vergognoso in campo, non dovrebbe neanche indossare la maglietta della nazionale. Goffo ed inesperto, e' costantemente sopravvalutato..ma di sostanza non ne ha. Se l'avesse se ne sarebbe almeno visto un briciolo in questo Europeo..Non e' un fuori classe, inutile illudersi.

Ritratto di limick

limick

Lun, 25/06/2012 - 13:29

Ci siamo guadagnati la nostra caporetto coi tedeschi, nonostante Kulonebasso Cassano e supernonintendo Balotelli... due lenti... a contatto. Prandelli ce l'ha messa tutta schierando pure Montolivo.. non e' riuscito a perdere! Con la Germania il problema si ribalta, puoi mettere chi vuoi caro Prandelli i tuoi colpi di fortuna sono finiti. Sto aspettando giovedi' solo per vedere la sua faccia a fine partita. E quella degli altri Buffon...

delfino47

Lun, 25/06/2012 - 13:36

Una preghiera al CT Prandelli : di superMario ne abbiamo già uno al governo dell'Italia che rompe il ca@@o con le tasse, ci risparmi quello che ha Lei, in squadra, grazie.

Al2011

Lun, 25/06/2012 - 13:39

Calma e gesso, intanto Balotelli ha già segnato 2 goal (anche se uno su rigore, ma non meno importante!) in quest'europeo. Nel 1982, dopo le prime 3 partite di qualificazione, Paolo Rossi non ne aveva segnato manco 1! E però si rifece abbondantemente dopo, e ci fece vincere il Mondiale. Già mi vedo Mario che segna 2 goal alla Germania, e in finale infila come un tordo Casillas 3 volte, di cui una con goal di tacco mentre si gratta. Aspettate e vedrete.

Ritratto di Ennaz

Ennaz

Lun, 25/06/2012 - 14:14

Ottimi atleti:hanno dato il cuore per un risultato utile!Peccato che i nostri politici,governanti e dirigenti siano indegni di questa squadra! La vittoria va dedicata a tutti gli italiani onesti ,che ancora patiscono l'oppressione di parassiti vari!!

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Lun, 25/06/2012 - 15:00

Questa Squadra di Calcio Nazionale andrebbe superelogiata SI' veramente e così rimarrà nella Storia. Tutti i politici che fino ad oggi hanno fatto solo i loro porci interessi a danno esclusivo del popolo TUTTO dovrebbero sentirsi completamente FUORI e andarsene a casa senza privilegi. Occorrono GIOVANI LEVE e Politici Onesti che fino ad oggi NON SONO STATI SOGGETTI AD ALCUN PENSIERO CHE ABBIAMO RUBATO UN SOLO CENTESIMO DI EURO ALLO STATO ED AL POPOLO. e L' UNICO che sembra salvarsi a rigore di LOGICA anche se FALCIDIATO da annose e massicce e ancora in atto da ogni lato GUERRE MEDIUATICHE, lo dico con franchezza - checchè se ne voglia dire a profusione, E' S. Berlusconi. E, finitila con le PROSTITUTE , anzi pensate piuttosto a fargli pagare le TASSE come le pago io da SEMPRE !

Al2011

Lun, 25/06/2012 - 18:12

"Ah Nino, non aver paura di tirare il calcio di rigore, non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore." (Francesco De Gregori). Mica tanto, io non dimenticherò mai Serena (Italia '90), o Di Biagio (traversa che è ancora là che vibra in Francia '98, mentre Bartez viene baciato sulla pelata), o Baresi che piange sconsolato a USA '94 (altro rigore decisivo sbagliato), o Beccalossi (mi chiamo Evaristo, scusate se insisto)che in una sera, con lo Slovan Bratislava, ne sbaglia due di fila. Quindi, gli incompetenti che stanno qui a parlare di SuperMario, che riesce a segnare un rigore anche a occhi chiusi, si sciacquino la bocca con la varichina prima di parlare! Anche i pagliacci che hanno elogiato il rischiosissimo "cucchiaio" (che spesso fallisce!) di Pirlo, io fossi Prandelli lo prenderei a frustate! Ma lo sapete che Pirlo sbagliò 2 rigori di fila in Galles - Italia under 21, nel 1998? E ha anche il coraggio di tentare "i cucchiai"?