Il rigore dell’ex arbitro Paparesta: stipendio record come assessore

Da quello spogliatoio di Reggio Calabria dove l’aveva chiuso a chiave Moggi (racconta Big Luciano, ma lui ha sempre smentito) Gianluca Paparesta (nella foto) di strada ne ha fatta. L’ex arbitro italiano (dal ’98 al 2008 in giacchetta nera sui campi tricolori e di mezza Europa) ora ha indossato l’abito elegante e si è buttato in politica. Assessore al marketing, dall’estate 2009, nella giunta di centrosinistra che governa Bari, chiamato direttamente dal sindaco Michele Emiliano (Pd). Dai dati sulla trasparenza pubblicati sul sito del Comune si scopre che Paparesta nel 2011 risulta uno degli amministratori più ricchi. Ben 103mila euro dichiarati al Fisco, quasi raddoppiando i 60mila guadagnati nel 2010. Pesano le 19 missioni all’estero (nove in più del sindaco stesso), ma anche il secondo lavoro dell’ex arbitro che è inserito stabilmente nell’organico di Mediaset Premium come commentatore del campionato di calcio. La politica ha dato un’altra opportunità al fischietto coinvolto in Calciopoli e lui l’ha presa al volo.