Il rigore di Dinho fa dilagare il Milan

MILANO Lo spartiacque, più che l'intervento di Kakà (al posto di Pato), è rappresentato dal rigore. O meglio dal fallo di mano, evidente, di Lucchini sul cross di Jankulovski. Braccio staccato dal busto: l'arbitro ammonisce (per la seconda volta) e assegna il penalty trasformato da Ronaldinho. Il Milan dilaga a quel punto in 11 contro 10. Con una serie di combinazioni tutte di prima tra i giocolieri rossoneri che divertono il pubblico. E fanno la gioia di Inzaghi entrato e a segno nel giro di pochi minuti.