Il rigore è diventato un optional?

La tolleranza zero è durata lo spazio di una giornata, e neppure in modo particolare. Mancano i rigori dopo la mini scorpacciata del turno d’esordio con 4 tiri dal dischetto, tutti realizzati. Poi ne è arrivato uno alla seconda. Zero alla terza. Ieri sera la lista s’è un poco allungata grazie ai rigori concessi a Udinese, Torino e Palermo: tutti giusti. Siamo a quota 8. Ma è enorme il gap rispetto agli ultimi due campionati in cui, al quarto turno, si erano già visti 13 e 14 rigori. Perché tanto buonismo? È come se da parte di qualche arbitro ci sia una specie di idiosincrasia a indicare il dischetto. Collina, visto parlare lungamente a San Siro con Moratti, dovrebbe pretendere una maggiore uniformità di giudizio da parte del suo gruppo.