Rigore al Milan inesistente

Cagliari-Ascoli: non è da rigore il contatto tra Comotto e Langella. È invece da penalty la spinta di Domizzi a Suazo. Chievo-Udinese: sbaglia l’assistente Foschetti sull’angolo (tocca per ultimo Luciano) che provoca il gol di Tiribocchi. Giusto espellere Mauri, da dietro su Semioli. Milan-Messina: non c’è il rigore nel contatto Olonrunkele-Gilardino. Il giovane e inesperto Tagliavento ignora altri tre rigori al Milan: Aronica trattiene Shevchenko e Zoro lo spinge; ancora Aronica trattiene vistosamente per un braccio l’ucraino; Zoro trattiene con entrambe le braccia Gilardino. Giusto annullare il gol di Vieri (in fuorigioco) su tacco di Kakà. Palermo-Livorno: involontario il braccio in area di Passoni. Protesta ingiustamente Del Neri sul gol annullato a Caracciolo (che usa parole volgari nei confronti dell’assistente Romagnoli): Barzagli a Barone che tira, Amelia respinge ma il pallone finisce ancora a Barzagli (in fuorigioco) che dà a Caracciolo che segna. Siena-Parma: Cannavaro mette in rete di testa, forse appoggiandosi su Alberto e Dattilo annulla.