Un rigore sì e uno no Saudati spreca e la Reggina si salva

da Empoli

Empoli e Reggina chiudono 1-1 l’anticipo pomeridiano della diciottesima di Serie A. Al Castellani, sotto una fitta pioggia, la formazione calabrese è passata in vantaggio dopo due soli minuti grazie a Ceravolo che ha colto al volo un’indecisione della retroguardia toscana. Il gol del pareggio dell’Empoli è arrivato al 5’ con Saudati che ha realizzato un calcio di rigore concesso da Dondarini per un fallo in area di Cirillo, acquisto invernale all’esordio nella Reggina dopo l’esperienza in Spagna nel Levante.
Cirillo assolutamente deleterio quando undici minuti più tardi concede ancora a Saudati la possibilità di sistemare la palla sul dischetto del rigore. Errore dell’attaccante, Campagnolo respinge e fallisce quindi l’occasione per l’Empoli di passare in vantaggio. Dopo il doppio penalty concesso agli avversari, Cirillo si riprende e con lui tutta la Reggina si sistema meglio in campo.
Nella ripresa Ulivieri fa esordire il neo acquisto uruguaiano Ricardo Stuani che sfiora il gol del vantaggio. Buon centravanti l’uruguaiano, bravo anche nello stretto su un campo pessimo pur avendo leve lunghe. Al 70’ Dondarini ha espulso Ulivieri per proteste. Con questo pareggio l’Empoli sale a quota 16 punti in classifica ed è momentaneamente sedicesimo. La Reggina, con 14 punti, raggiunge il Siena al penultimo posto in classifica.