Rigore sprecato, due pali E il Genoa perde il primato

Il danno (addio primato) più la beffa (un rigore sbagliato e due pali colpiti) e il Grifone si ritrova soltanto in rampa di lancio nella serata che serviva per decollare. Pareggio e il Bari si prende un punto che vale doppio. La cronaca del primo tempo dice che il Genoa ci prova e riprova ma qualcuno deve aver fatto un incantesimo. Gillet pare superman quando Criscito svetta di testa, il palo diventa un fastidioso ostacolo tra il diagonale di Criscito e il gol mentre il portiere del Bari fa, di nuovo, il fenomeno quando ipnotizza Greco dagli undici metri. Il Genoa ci mette il cuore e forse qualcosa di più ma i pugliesi alzano un muro che sembra un fortino. Un pareggio che sembra stregato. Lo capisci da tanti indizi più quello. Ancora una volta il palo ci mette lo zampino. Diogo Tavares trova il corridoio giusto al 25' della ripresa ma la sua fiondata è respinta ancora una volta dal legno.
RUBINHO 6 : dopo le magie di Trieste un'altra notte sotto i riflettori. Svolge l'ordinaria amministrazione, deve difendersi soprattutto dal freddo.
BEGA 6: buone progressioni in fase di spinta, attento quando deve difendere. Una prestazione all'insegna della continuità.
DE ROSA 6,5: il Bari si affaccia raramente nella trequarti rossoblu, ma comanda le operazioni con straordinaria autorità. Non sbaglia un anticipo.
BIASI 6: è la novità di Gasperini, affianca De Rosa al centro del pacchetto arretrato. Sfiora il gol al 20' del primo tempo dopo un cross di Adailton. (dal 23' st LONGO 6: entra per dare una mano a centrocampo. Si rende protagonista con una bella conclusione dal limite ma la mira non è precisa) .
CRISCITO 7: ancora una volta pericoloso nell'area avversaria: il suo colpo di testa dalla brevissima misura viene respinto da uno straordinario Gillet. Non è aiutato dalla buona sorte al 41' quando colpisce il palo con un bel rasoterra
M.ROSSI 6: rientra dopo il doppio turno di squalifica. Lotta come un leone ma non è fortunato, esce per un infortunio: si sospetta la frattura del malleolo. (dal 37' pt DIOGO TAVARES 6 : con i suoi centimetri cerca di dare sostanza all'attacco genoano. Colpisce il palo nella ripresa con una conclusione ravvicinata. Una gara di grande sacrificio)
MILANETTO 6,5: il centrocampo del Bari tiene ritmi molto alti, lo pressano quando ha il pallone tra i piedi ma lui ha non perde la bussola e dimostra di avere le idee chiare. Ammonito, salterà la prima sfida del 2007.
COPPOLA 6: grande corsa e dinamismo, recupera molti palloni. Si fa apprezzare anche nel palleggio, ogni volta sono assist precisi e calibrati.
JURIC 6,5: lavora sulla mediana ma quando diventa esterno offensivo quando il Genoa spinge sull'acceleratore. Viene atterrato davanti a Gillet, ci poteva stare il rigore.
GRECO 5,5: si vede soltanto in chiusura di prima frazione quando si presenta sul dischetto per battere il calcio di rigore. Gillet è bravo ma la sua esecuzione non convince troppo.
ADAILTON 6,5: subito molto attivo con una conclusione che sfiora la traversa. Come sempre, non si ferma mai sul fronte offensivo. Dal suo piede nascono cross che mettono in crisi la difesa barese. Vedi Milanetto. Sarà squalificato dopo il giallo di ieri sera.
GASPERINI 6: dopo l'esperimento di Trieste, ripropone la linea difensiva a «quattro». Deve cambiare in corsa dopo l'uscita di Rossi. Tatticamente ritorna alla difesa a "tre" quando il Bari si ritrova in dieci per l'espulsione di Santoruvo.
ARBITRO BANTI 5,5: qualche dubbio sulla distribuzione dei cartellini gialli. Vede bene sul rigore concesso al Genoa.