«Il rigore su Gasparetto non è stato decisivo»

Mentre Bologna e le altre si scagliano contro il Genoa favorito dagli arbitri, i rossoblù a suon di gol volano al secondo posto.
Gasperini alza le spalle di fronte ai velenosi commenti che arrivano anche dal Napoli battuto a Mantova: «Noi stiamo facendo bene. Giochiamo come sappiamo e mi pare che la nostra classifica sia indiscutibile. Il rigore su Gasparetto comunque non è stato decisivo, visto che eravamo già in vantaggio e ormai mancavano pochi minuti. Mentre il cartellino rosso ad Antonoli per fallo su Leon è ineccepibile». Il tecnico rossoblu’ è felice: «Abbiamo giocato bene, stiamo a posto fisicamente ed il gruppo sa soffrire quando lo deve fare e sa accelerare quando sente che il momento di osare. Mi è piaciuta tutta la squadra perché vincere a Frosinone non era facile». Con la Triestina non ci sarà De Rosa espulso al 48’. E il difensore se sorride per la rete si rammarica per l’espulsione: «Peccato, perché rientravo da un infortunio e avrei voluto dare continuità alle mie prestazioni. Ma l’importante era vincere e ora crediamo all’impresa della promozione diretta».
L’allenatore del Frosinone Iaconi non parla degli episodi e parla solo di rispetto per le società più importanti, ma riconosce i meriti del Genoa: «Qualche rammarico per gli episodi, ma la squadra di Gasperini merita il secondo posto. È la squadra che gioca meglio di tutte, Juve a parte».