Rilancio Seat, parte lunedì l’aumento di capitale da 200 milioni

RILANCIO L’operazione permetterà investimenti sull’on line e il riordino finanziario. La Borsa apprezza con un rialzo del 5%

L’aumento di capitale di Seat Pagine Gialle di circa 200 milioni di euro avverrà con emissione di nuove azioni al prezzo di 0,106 euro per ciascun titolo ordinario. Il rapporto di opzione è stabilito in 226 azioni ogni cinque titoli ordinari e di risparmio posseduti. Il periodo di offerta partirà lunedì per concludersi il 17 aprile, con negoziazione dei diritti di opzione fino all’8 aprile.
L’aumento di capitale garantirà a Seat la tranquillità sul fronte finanziario per andare avanti nei prossimi anni e per crescere, in particolare su Internet, anche con accordi sulla falsariga di quello siglato con Google: questo il senso dell’operazione secondo la società, i cui titoli, a lungo sospesi, hanno chiuso in rialzo del 5%. «L’aumento è l’ultimo tassello fra le varie iniziative fatte sul lato del debito», ha detto il direttore finanziario di Seat, Massimo Cristofori, ricordando che il gruppo «ha rinegoziato con le banche tutto il debito e i covenant (le clausole di garanzie, ndr), che ammonta a 3 miliardi». L’operazione «ci consente di aumentare la flessibilità dell’azienda per gestire senza vincoli finanziari questi tre anni fino al 2012 quando dovremo rinegoziare il debito», prosegue il manager segnalando che l’accordo con Google (che è poi stato il vero motore del boom di Borsa delle ultime due sedute) ne è un esempio. «Vogliamo espandere la nostra presenza in area Internet e non escludo altri accordi di carattere più locale e tecnico in futuro», ha aggiunto. Riguardo al prezzo per la ricapitalizzazione, Cristofori ha sottolineato che per gli attuali soci «è neutrale, perché è compensato dal valore del diritto mentre per i nuovi lo sconto è del 46%. «Con Mediobanca, che garantirà l’inoptato, abbiamo fatto tutto il possibile per rendere attraente l’operazione», ha sottolineato, ammettendo peraltro che «per il mercato non è un momento fantastico».