Rimbalzo finale di Pirelli

Fine settimana in risalita per gli indici azionari a Piazza Affari, con un progresso medio intorno allo 0,5%. Il rafforzamento degli indici, in questo fine di settimana, ha consentito alla quota azionaria di consolidare i propri livelli, con il S&P-Mib ritornato in positivo, grazie ad un apprezzamento tra il 2 ed il 3% dall’inizio dell’anno. Tra i comparti in evidenza ancora i bancari, per il riemergere di interesse per Popolare Verona e Novara (più 1,1%) a seguito della fusione della controllata Leasimpresa in Italease, che cresce del 7,9%. Interesse anche per Popolare Milano e per Bper, in vista, quest’ultima della prossima ricapitalizzazione. Rimbalzo finale per Pirelli (più 3,5%), che trascina Telecom (più 0,9%), mentre si assesta il gruppo Colaninno, con Immsi in calo del 3% e Piaggio che arretra del 2,2%. Andamento negativo per il settore moda, con realizzi per Valentino che cede il 2,6%, Marzotto arretra di quasi l’1%, ma in controtendenza Marcella Burani. Stabili gli energetici, con Eni che si consolida dello 0,7%. Nel limbo del listino le azioni ordinarie e risparmio di Saes Getters salgono di oltre il 4%, mentre è in calo di quasi l’8% Stefanel risparmio. Perdono i titoli del calcio, con Lazio in regresso del 16%.