Il rimborso della «naja» si può chiedere on line

Quanto tempo era necessario per ottenere l'accredito del periodo di leva, militare o civile, ai fini pensionistici? Minimo tre mesi, forse più. Ma da oggi tutto cambia e, grazie al servizio telematico, lo si potrà ottenere in pochi giorni. Il procedimento interessa milioni di lombardi e si risparmieranno tante tonnellate di carta da salvare una foresta. Il protocollo d'intesa è stato firmato il 18 aprile nella Sala delle bandiere del prestigioso Palazzo Cusani, sede storica di Comandi Militari dall'Unità ad oggi, fra la dirigente Elide Longa dell'Inps Lombardia e il generale Camillo de Milato, comandante della Regione Esercito Lombardia. I dirigenti Inps hanno poi mostrato le differenze fra il vecchio iter cartaceo, che prevedeva un tempo di 90 o più giorni, e quello appena istituito. Infatti, da oggi, il cittadino che volesse sistemare i suoi contributi figurativi per il passato servizio miliare (o civile), potrà chiederlo direttamente all'Inps per via informatica (www.inps.it) o farlo chiedere da Caf, Patronati o enti convenzionati. I
l dialogo fra Inps e i Distretti militari lombardi (Milano, Brescia e Como), sempre per via informatica, sarà pressoché immediato e il lavoratore interessato riceverà la risposta entro un massimo di 7-10 giorni. «Ma è possibile anche prima - sottolinea Elide Longa e - aggiunge - con l'occasione gli verrà fornita la sua intera situazione contributiva aggiornata». Il generale de Milato aggiunge da parte sua che «questo procedimento interessa circa tre milioni di lombardi e, a parte il tempo, la carta dei fascicoli che verrà risparmiata sarà pari a circa 600 tonnellate. Il che significa anche salvare gli alberi di una piccola foresta».