Rimpasto e manovra le «spine» di Marrazzo

Il via libera al provvedimento per coprire l’extradeficit sanitario 2006 e ottenere dal Governo - mercoledì prossimo - la prima tranche dei fondi per il piano di rientro dal deficit sanitario (1,2 mld di euro). La manovra di assestamento di bilancio e l’avvio della discussione della legge di adeguamento dei Piani territoriali paesistici (Ptp), dopo decenni di stallo e lo sblocco del nuovo Piano Regolatore di Roma. Saranno questi gli appuntamenti istituzionali più importanti sui quali si articolerà l’attività del Consiglio regionale di questa settimana, tanto da far prevedere un tour de force di Aula e Commissioni per concludere prima della pausa estiva. Ma per il governatore Piero Marrazzo questi giorni si preannunciano impegnativi anche su altri fronti. È ormai prevista per domani l’ufficializzazione del rimpasto di giunta, con l’entrata di Franco Dalia (Margherita) al posto di Fabio Ciani all’assessorato ai Trasporti, e di Claudio Mancini al posto di Raffaele Ranucci all’assessorato Turismo, ricerca e innovazione tecnologica), con quest’ultimo che a breve diventerà il nuovo amministratore delegato di Trambus.
Novità anche per il futuro assetto del Consiglio regionale. Dopo numerosi incontri tra Marrazzo e le altre forze della maggioranza, alla fine l’accordo sembra essere stato raggiunto anche per il cambio della guardia alla presidenza del Consiglio. Un passaggio di consegne, quello alla guida dell’aula della Pisana che ha fatto registrare malumori e resistenze all’interno di una maggioranza sempre più rissosa e frammentata. Alla fine l’attuale presidente, Massimo Pineschi, lascerà il posto al diellino Guido Milana. Per Pineschi, avvocato prestato alla politica, si prevede un impegno a tempo pieno nel Partito democratico, a sostegno della candidatura del sindaco capitolino, Walter Veltroni, alla guida del Pd.