«Rimuovere con urgenza le bancarelle dal Policlinico»

«Le problematiche del Policlinico Umberto I arrivano fino ai marciapiedi del nosocomio. Infinito il numero di bancarelle e venditori abusivi che intralciano i percorsi riservati ai pedoni. Sembra che a niente sia valsa l’ordinanza dell’allora sindaco Rutelli il quale già nel 1997, a seguito di un incidente mortale in cui morì una ventiduenne costretta a camminare per la strada in quanto i marciapiedi erano completamente occupati dalle bancarelle, firmò un’ordinanza con la quale vietava l’attività di commercio in quell’area». A sostenerlo è Michele Baldi, capogruppo Fi in Campidoglio.
«Un’ordinanza assolutamente disattesa - continua - nonostante la recente denuncia del professor Luigi Frati, preside della facoltà di Medicina, del persistere della situazione indecorosa che crea problemi di sicurezza. Per questo ho presentato un’interrogazione urgente al sindaco e all’assessore preposto, per sapere se è necessario attendere altri 10 anni affinché lo sconcio e la pericolosità della situazione venga rimosso con conseguente restituzione alla popolazione romana dell’agibilità della zona, a oggi inibita alla libera fruizione degli spazi necessari ai malati ed ai parenti dei ricoverati al Policlinico».