Rinascente, cinque giorni di sfilate riservate ai clienti

Pamela Dell'Orto

Gli stilisti sono sempre più vicini alla gente. Succede da anni con la Vogue Fashion's Night Out e con le settimane della moda, che cercano di coinvolgere sempre più cittadini. E ora succede anche con il «grande magazzino» simbolo di Milano: La Rinascente. Il «miglior department store al mondo» (La Rinascente ha ricevuto anche questo riconoscimento) ha infatti deciso di aprire le porte dello spazio di via Radegonda per una mini fashion week che inizia oggi e si chiude sabato 15. E nelle prime file delle sfilate non saranno seduti giornalisti di moda, buyer e vip, ma i clienti dello store (che si sono accreditati online). Una piccola rivoluzione nel mondo dello shopping, che fra sfilate e presentazioni (un paio al giorno), ha coinvolto nomi molto amati dal pubblico, come N°21 di Alessandro Dell'Acqua, Manuel Facchini (al suo debutto italiano), Francesco Scognamiglio, Antonio Marras, Giuseppe Zanotti Design, Kartell design Paula Cademartori, Diesel. L'idea, ribattezzata #enjoythefrontrow (goditi la prima fila), arriva dalla giornalista Paola Bottelli, ed è una novità, perché chiunque potrà assistere a una sfilata, conoscere gli stilisti, e comprarsi in diretta un capo visto in passerella, come succede alle sfilate di molti big.

Ad aprire la settimana, stasera (alle 18 e 30), la passerella collettiva con i giovani talenti L72, San Andres Milano, Cristiano Burani, Marcobologna, Alberto Zambelli, Twins Florence, Edithmarcel e Daniele Calcaterra. Fra le chicche da vedere (e acquistare), il bomber di Scognamiglio indossato da Beyoncè al concerto di Atlanta, i nuovi abiti geometrici di Facchini, e le borse (e scarpe) di Kartell firmate da Paula Cademartori.