La rinascita di Napoli è una beffa per Milano

Armani beffata in volata a Napoli, Varese frantumata da Roma e sconsolatamente sola in fondo alla classifica; spettacolo a Porto San Giorgio dove Montegranaro ribalta una partita che Avellino sembrava avere in mano, Benetton finalmente bella da vedere nell'assalto vincente a Rieti e - infine - Virtus Bologna che cade in casa contro Capo d’Orlando.
La lunga giornata del basket televisivo, iniziata con il tiro da tre di Malaventura sulla sirena che ha permesso alla Eldo di scavalcare Milano, bruciata per l'ennesima volta nel finale, ha visto Roma cavalcare felice, per una volta, sul campo della Cimberio Varese, con Allan Ray, 29 punti, scatenato, con la prospettiva di avere in settimana da Rieti il lungo Sow che niente ha potuto, meglio, che niente ha fatto ieri contro una Benetton finalmente capace di giocare insieme, ritrovando soprattutto Mordente.
Prima di ritorno con Siena che scrive 18 alla casella vittorie, dopo aver dormicchiato un quarto contro Udine (13-15), travolgendo la Snaidero nei tempi centrali. Bel successo anche per Cantù, lanciata dalla coppia Wood-Fitch, che ferma Biella lasciando al secondo posto soltanto Roma e Montegranaro, mentre la Scavolini, difendendo all'estremo l'ultimo canestro di Hicks (22 p.), si è salvata contro la disperazione di Scafati che resta penultima.
Per l'Armani una giornata balorda, ma per la Eldo la giornata, forse, della rinascita, anche se vedendole a 17 partite di distanza dalla prima giornata non sembra davvero che queste due grandi malate abbiano fatto qualche vero progresso anche perché Milano non regge la distanza e, soprattutto, non sa più come valorizzare un Danilo Gallinari che sta prendendo brutti vizi.