Rincara la benzina nello Yemen: scontri con vittime

Nuovi scontri si sono registrati ieri in diverse città dello Yemen tra polizia e manifestanti che protestano per il rincaro della benzina causato da un provvedimento del governo che ha eliminato la detassazione sui prodotti derivati dal petrolio. Gli incidenti hanno avuto inizio mercoledì e hanno già provocato decine di vittime. Gli scontri si sono verificati nella capitale Sanaa e in altre città del Paese, dove i manifestanti hanno marciato contro edifici governativi e lanciato pietre agli agenti. L’esecutivo yemenita intende ridurre il deficit di bilancio, ma ha ritardato l’aumento dei prezzi per evitare proteste. Il governo ha annunciato che compenserà la crescita dei prezzi con la riduzione delle tasse e l’adeguamento dei salari. A detta dei partiti di opposizione, che accusano il governo di corruzione, l’aumento colpirà soprattutto i ceti più poveri.