Rincari non stop «verde» record

da Milano

Rincari non stop per il prezzo della benzina: la verde è arrivata a superare 1,35 euro al litro, il diesel ha scavalcato quota 1,16 euro. È di almeno 3,5-4 centesimi al litro la speculazione che si sta attuando su ogni litro di carburante. Le stime sono di Federconsumatori e dell’Adusbef. Secondo le due associazioni, infatti, agli attuali prezzi del petrolio a livello internazionale e a un cambio euro-dollaro che si è apprezzato a 1,35, il prezzo al litro della benzina si dovrebbe attestare a 1,30 euro al litro anziché a 1,34-1,35. Tutto ciò si traduce in un maggiore esborso, per ogni pieno, di almeno 2 euro. «Devono intervenire - si legge in una nota - sia il ministero dello Sviluppo economico sia quello dell’Economia per verificare, controllare e sanzionare questi comportamenti speculativi che fanno guadagnare alle compagnie petrolifere una cifra di 80 milioni di euro al mese, pari a 960 milioni l’anno. Inoltre, si rende necessario che si acceleri il processo di riorganizzazione di tutta la rete di distribuzione dei carburanti, innovandola e permettendo la vendita dei carburanti nella grande distribuzione. E con ciò risparmiando 8-9 centesimi al litro sulla benzina. Vorremmo inoltre proporre che le sanzioni che si dovrebbero dare per simili comportamenti siano utilizzate più proficuamente a rappezzare tutto il sistema di distribuzione delle acque nel nostro Paese che hanno raggiunto perdite pari al 40% facendo così opera buona e giusta per cittadini e famiglie».