Rinviata la «48 ore del mare» che doveva svolgersi a Genova

Era stata «lanciata» da Confitarma con grande enfasi, nelle scorse settimane, e accolta con favore in particolare a Genova, scelta come sede dell’incontro anche in quanto primo porto italiano. Ma la situazione dello scalo, a seguito delle note vicende giudiziarie, ha probabilmente consigliato di soprassedere.
Così la «48 Ore del mare» non si farà, anche se il consiglio confederale di Confitarma, l’organismo che riunisce gli armatori italiani, presieduto da Nicola Coccia, nella riunione di ieri ha attribuito l’annullamento alla «difficile situazione politica del Paese», e ha pertanto «ritenuto opportuno rinviare l’iniziativa, a suo tempo programmata, per il 4 e 5 marzo di quest’anno».
Nel corso dell’incontro di primavera si sarebbe dovuta tenere l’assemblea della Confederazione. La nuova data, si legge in un comunicato di Confitarma, «sarà stabilita non appena sarà possibile il coinvolgimento degli esponenti delle istituzioni».