Rinvio a giudizio per i genitori del piccolo rom

La Procura ha disposto il rinvio a giudizio, con l'accusa di sottrazione di minori, per i genitori del piccolo Stefan Caldararu, il bambino rom (ora ha 9 anni) che, nello scorso aprile, venne rapito da una comunità protetta del Comune a cui era affidato. La data del processo è da stabilire. Intanto i genitori sono sospettati di aver preso parte, o di aver commissionato, il blitz per portare via il bambino, ritrovato alcuni giorni dopo. Stefan era stato tolto ai genitori un anno prima, nell’aprile 2004, perchè trovato per strada in condizioni tali da pensare a un caso di sfruttamento. Ora si trova in un'altra comunità e può vedere i genitori solo in presenza degli assistenti sociali.