Rio Tinto corre a Londra

I mercati borsistici stanno riprendendo tono, dopo le sbandate dei giorni scorsi. A New York il recupero è stato più ampio per i titoli tecnologici, e il Nasdaq ha registrato una performance fino all’1,5%, per poi chiudere su basi intermedie. Le notizie aziendali hanno rappresentato il volano per recuperi più ampi, come è il caso di Bear Stearns (più 5%). Nel comparto tecnologico impennata di Nvidia (più 7,4%), ma buone prestazioni per Broadcom e Jds Uniphase con progressi di poco inferiori al 4%. In Europa la reazione ha interessato le azioni minerarie che, a Londra hanno fatto registrare progressi tra il 7 e l’8% per Xtrata, Rio Tinto, Antofagasta e Anglo American. A Parigi depressa Vinci, in calo del 3,5%, dopo l’annuncio di non procedere nel tentativo di aggregazione con Veolia (meno 1,7%). In buon recupero Eads (più 6,8%), ma in crescita Ppr (più 5,1%) in vista della cessione del marchio Printemps. A Francoforte in recupero Deutsche Börse (più 7%).