RIOTTA VIENE «DOPOTG» E RISPUNTA BIAGI

Nella disfida all’ultimo spettatore e all’ultimo pacco del cosiddetto access prime time tra Canale 5 e Raiuno, presto si materializzerà un terzo giocatore. È Gianni Riotta, il neodirettore del Tg1 sponsorizzato e coccolato dai poteri forti dei media. Da inizio dicembre Riotta condurrà Dopotg, la striscia già sperimentata con successo da Clemente Mimun. La messa a punto del progetto, però, è complessa perché quei cinque minuti rischiano di far slittare ancora l’inizio della prima serata. Riotta guiderà una squadra di giornalisti giovani e più esperti. Al prezzo, si dice, di duemila euro a puntata.
Rispunta Biagi Altre novità in arrivo al Tg1. Riotta vuole sottolineare la discontinuità col predecessore e se, fino adesso, ha testato i contributi di Paolo Mieli, Ezio Mauro e Mario Orfeo come opinionisti di prestigio, ora pensa a rotazioni più definite. Uno dei «nuovi» editorialisti dovrebbe essere Enzo Biagi, il cui ultimo libro è stato presentato con enfasi dal Tg1. Per l’ex conduttore del Fatto, che ha ridotto i suoi interventi sul Corriere, si studia un contratto a prestazione.
Controcampo galleggia Con la conduzione di Mino Taveri e Laura Ghislandi è iniziato ieri Guida al campionato - Direttissima. Ora il palinsesto domenicale di Italia 1, con la pausa della prima serata, segue il calcio da mezzogiorno a mezzanotte. L’obiettivo è anche lanciare Controcampo - Ultimo minuto, il gioiello della rete con Piccinini e Betty Canalis che, pur superando la media di rete, resta su livelli inferiori (tra il 13 e il 15%) a Serie A di Bonolis e Mentana, che però erano su Canale 5.
La prima di Salem Annunciato il programma delle Telegrolle (Saint Vincent 17-19 novembre) organizzate da Tv Sorrisi e Canzoni. Per la Rai ci sarà Agostino Saccà, mentre i dirigenti Mediaset saranno Guido Barbieri, Francesco Pincelli e Alessandro Salem, direttore generale Rti e braccio destro di Piersilvio Berlusconi, alla prima uscita pubblica.
Chi cavalca i magnifici 7 di La7 Come anticipato da Segnali, Miss Sky Calcio Show Ilaria D’Amico condurrà un programma su La7, eterna outsider tra le reti generaliste (media del 3%). Che però, ora, può vantare i magnifici sette: Ferrara, Chiambretti, Piroso, Bignardi, Lerner, Crozza e, appunto, D’Amico. Bella squadra. Giovanni Minoli, per esempio, ha detto che se Ferrara andasse in seconda serata «farebbe i bozzi a Bruno Vespa ed Enrico Mentana». E, sempre per esempio, cosa succederebbe se quella squadra finisse in mano a uno come Carlo Freccero?
Nuovo canale Sky Ancora lavori in corso nell’emittente di Murdoch che in ottobre ha lanciato tre nuovi canali per bambini. Entro Natale, nelle frequenze dei primi cento, ne arriverà un altro dedicato all’intrattenimento e alla comicità.