Riparte il processo di secondo grado

Si riparte, la pausa «fotografie» è finita e la mamma di Cogne torna in tribunale. Il processo d'appello ad Anna Maria Franzoni, condannata in primo grado a 30 anni di reclusione perchè ritenuta responsabile della morte del figlioletto Samuele nel gennaio del 2001 a Cogne, riprende oggi a Torino. Le udienze erano state sospese nel dicembre scorso per consentire una serie di perizie decise dalla Corte. Una di queste ha riguardato presunte irregolarità che sarebbero state commesse dai carabinieri nell'archiviazione delle fotografie scattate il giorno dell'omicidio del bimbo. Ora i risultati della perizia, che era stata richiesta dal difensore di Anna Maria Franzoni, l'avvocato Carlo Taormina, che riteneva mancanti alcune fotografie sulla scena del crimine, avrebbero confermato la regolarità dell'archiaviazione delle fotografie da parte degli uomini dell'Arma.