Riparte dalla Roma la riscossa di Novellino & C

Emmanuele Gerboni

Meglio tutto e subito. La Roma, il fascino, la sensazione che il viaggio di ritorno in Europa passa anche dalla sfida con i giallorossi. Meglio rimettere il naso in campo, non pensarci più, dimenticare quel passaggio che è stato un invito a nozze per il Lens.
Sergio Volpi quell’assist prova a raccontarlo due giorni dopo ed è come riaprire una ferita che fa malissimo. «Sono ancora dispiaciuto, peccato davvero per l’errore: mi ha ingannato la prospettiva, pensavo di essere più vicino all’area di rigore e invece ero sulla trequarti. Meritavamo noi di passare il turno». Poi Volpi ha fatto Volpi, che vuol dire una partita alla grande, ma tutto, purtroppo, è girato intorno a quell’istante che ha fatto volare il Lens.
Ora, però, si deve imboccare l’altra strada (quella del campionato) e andare al massimo già da stasera nel posticipo in notturna con la Roma. Meglio tutto e subito, si diceva. E così, si torna in campo e la malinconia deve andare via.
Anche Volpi è sulla stessa lunghezza d’onda di Walter Novellino, si deve ripartire per salire ancora più in alto: «Sono d’accordo con il mister, bisogna immediatamente rimettersi in marcia per conquistare qualcosa d’importante».
É la Roma sarà una tappa di questa scalata, come la chiama Novellino. Una squadra, quella giallorossa, che si presenterà super motivata dopo il passaggio del turno: «Sappiamo il valore dei nostri avversari, da un certo punto di vista è meglio affrontare, dopo pochi giorni, una squadra così importante perché vogliamo fare al cospetto di una formazione con diverse individualità di spicco».
Alla fine, poi, il discorso finisce sempre di lui, Antonio Cassano. C’è sempre nelle parole e nei pensieri, anche se stasera non ci sarà: «Meglio così: è un patrimonio del calcio italiano, stiamo parlando di un giocatore che può metterti in difficoltà sempre». Sono quei calciatori che fanno saltare il banco e gli basta solo un giro di roulette. Come Emiliano Bonazzoli. Che ieri nella rifinitura si è fermato per un botta alla caviglia sinistra. Un piccolo allarme per la Samp, ma l’attaccante dovrebbe recuperare.
E non sarà troppo felice Luciano Spalletti che ritornerà a Genova e lo farà con il sorriso: «Sarà come sempre un’emozione, Io non dimentico le situazioni vissute. E lì ho trovato un pubblico di grande sportività».
Che stasera giocherà anche un'altra partita. Infatti, i Fedelissimi Sampdoriani venderanno diecimila berretti di lana blucerchiati. Il ricavato sarà devoluto in beneficenza per il terzo anno consecutivo all’Associazione Gigi Ghirotti. Si potranno acquistare in un punto vendita all’angolo tra la Gradinata Sud e la Tribuna e altri saranno presenti ad ogni ingresso della Sud e degli altri settori dello stadio. L’obiettivo è stupendo, battere l’importo record dell’anno di undicimila euro. La sfida del cuore nella sfida del pallone, saranno partite bellissime.