Ripartono rame e nichel

Accelera il recupero dei metalli di base. I prezzi a tre mesi del rame si sono avvicinati a 7.700 dollari per tonnellata. Bene il nichel che, aiutato dalla scarsa disponibilità, ha visto i prezzi a contanti salire oltre quota 31mila dollari per tonnellata. Per questo metallo si stima un deficit produttivo annuo intorno alla 25mila tonnellate. Tra i preziosi, il future dell’oro ha toccato i 600 dollari l’oncia. In recupero anche il greggio, tornato sopra i 61 dollari il barile.