«Riprendiamoci l’Italia a partire da Roma»

Tra i presenti anche i leader della Cdl

«Siate missionari della libertà: cercate di moltiplicare la vostra adesione di oggi tra gli amici, perché se la sinistra occupa ormai tutte le cariche dello Stato, ci siamo comunque anche noi. E questa volta ci riconteremo di nuovo, per dimostrare che siamo più di loro». Con queste parole Silvio Berlusconi ha salutato i presenti della convention organizzata da Francesco Aracri, coordinatore regionale di An per il Lazio, per autofinanziare la campagna elettorale di Gianni Alemanno. Più di 1000 persone hanno risposto «sì» alla chiamata dell’esponente di An. Presenti alla serata anche Gianfranco Fini, pronto a dimostrare di voler sostenere fino in fondo il candidato a Sindaco di Roma della Cdl. «Molti ci chiedono di non mollare - ha detto Fini - ma vi prego non chiedetecelo più perché noi non siamo gente che molla alla prima difficoltà».
«Riprendiamoci l’Italia partendo da Roma sottraendola da un governo trentennale della sinistra che non ha permesso mai alla nostra città di diventare una vera capitale europea - ha detto Alemanno - non sarò un sindaco che procrastinerà gli impegni presi con i cittadini per occuparsi dell’organizzazione di notti bianche o concerti, né sarò invisibile in Campidoglio e presente solo pagine dei quotidiani ma vestirò i panni del vero sindaco che avrà come unico impegno quello di risolvere le problematiche di questa città per ridarle il prestigio della capitale d'Italia».
La regia della serata è stata, come abbiamo detto, di Francesco Aracri che ha accolto i tantissimi ospiti, sostenitori della campagna per Alemanno sindaco auspicando una vittoria che può esserci perché la forbice con il candidato di centro sinistra si sta stringendo sempre di più. Alemanno sta incontrando tutti i cittadini di Roma, e giorno dopo giorno ci accorgiamo che la gente ci aspetta. Per questo abbiamo avuto bisogno di voi, perché spesso la forza delle idee sta anche nella possibilità di farle arrivare a tutti».