Ripresa di Luxottica e Bulgari

Banche deboli ancora rialzi per Italease

Piazza Affari in leggero rialzo grazie all’indice sulla fiducia dei consumatori Usa migliore del previsto. Dopo la diffusione del dato, i mercati azionari hanno trovato la forza per portarsi in territorio positivo, sebbene di poco.
Il clima di fondo, però, sottolineano i trader, resta di attesa. In chiusura, l’indice S&P/Mib ha guadagnato lo 0,28%, il Mibtel lo 0,39%, mentre l’AllStars è arretrato dello 0,02%. Buone performance per i titoli delle società maggiormente sensibili al dollaro, che ha proseguito il trend di rafforzamento, e all’andamento dei consumi negli Stati Uniti. StM è balzata del 3,45%, sostenuta anche dall’andamento dei tecnologici: lo Stoxx europeo è salito del 2,05%. In denaro grazie al dollaro anche Luxottica (+2,76%), Geox (+2,55%), Bulgari (+1,03%) e Lottomatica (+1,06%). Deboli le banche a causa del taglio al target price di diversi istituti da parte di Jp Morgan. Fra gli altri, Banco Popolare ha lasciato sul terreno il 2%. La controllata Italease, però, ha proseguito il rally cominciato ieri (+3,19%). Fiat è arretrata dello 0,46%, penalizzata, secondo i trader, dalle prospettive negative delle vendite di auto. Realizzi sui titoli che ieri avevano maggiormente guadagnato: Seat -1,3% e L’Espresso -3,31%. Immsi ha perso il 3,53%, dopo l’indiscrezione secondo cui Roberto Colaninno investirà 200 milioni in Alitalia e ne diventerà presidente. Chiudono in rialzo le principali Borse europee. Il Dax ha guadagnato lo 0,69%, il Cac40 lo 0,29%, l’Ibex35 lo 0,82%. In controtendenza il Ftse100 (-0,63%) a Londra che ha sofferto il calo dei titoli minerari dopo il ribasso dei prezzi delle materie prime.