Ripulita l’area intorno al campo del Lagaccio

Caro direttore, dieci giorni fa avevamo segnalato lo stato di pericolo e di degrado dell’area circostante l’impianto sportivo F. Ceravolo facendoci carico di un problema di ordine generale che sentono «sulla pelle» tutti gli abitanti del quartiere e che va oltre la nostra responsabilità di modesti operatori di sport.
Siamo felici di segnalare che stamani, grazie ad un intervento «in massa» da parte dell’Amiu con l’assistenza della Polizia Municipale, l’area in questione è stata completamente ripulita tanto da sembrare «rimessa a nuovo». La cosa ci rende non solo felici ma anche orgogliosi perché pensiamo che tramite il suo giornale ci siamo fatti portavoce di una istanza giusta e di una critica costruttiva a cui le competenti Autorità prima segnalate e che sentitamente ringraziamo, hanno corrisposto con professionalità e sollecitudine.
Estendiamo i ringraziamenti alla d.ssa Risso del Settore Ambiente e Igiene del Comune di Genova, all’assessorato competente, all’assessore Merella che numerose volte è intervenuto anche di persona, a Primocanale per l’interessamento dimostrato e, in primis, a il Giornale, che ha fatto da tramite tra la nostra voglia di «darci da fare» e le autorità istituzionali.
E così ci piace immaginare che domenica i ragazzi del quartiere venendo al campo e guardandosi intorno possano anche loro pensare «come sei bella Genova» (e noi aggiungiamo «quando sei pulita). Con profonda stima e tanti cari saluti.
Il consiglio direttivo,
i tecnici, i 350 tesserati e le loro famiglie


Gentili signori,
la vostra è una di quelle lettere che danno un significato alla professione che svolgiamo. Il nostro Giornale ha denunciato una situazione oggettivamente degradata che creava disagio agli abitanti del Lagaccio e una dirigente illuminata della pubblica amministrazione, e un assessore noto per non essere insensibile ai problemi della cittadinanza, riconoscendo la bontà della denuncia, hanno subito provveduto a far risolvere il problema. In altre parole, ognuno ha fatto la sua parte, nell’ambito delle proprie competenze. Sarebbe davvero bello se fosse sempre così.
\