Risale Finmeccanica e Unicredit recupera

Piazza Affari chiude la seduta invariata rispetto alla vigilia. Alla fine degli scambi l’indice Ftse Mib ha segnato una crescita dello 0,03% ancora sotto la soglia dei 14mila punti (esattamente a 13.920), mentre l’Ftse All Share ha ceduto lo 0,08%. In una giornata priva della bussola di Wall Street, chiusa per il giorno del Ringraziamento, in Piazza Affari il titolo migliore è stato quello della Fiat, salito del 4,29% a 3,45 euro. Forte anche Fiat Industrial, in rialzo del 3,60%. A due velocità le banche: Mediolanum ha incassato un incremento del 3,80%, Unicredit del 2,81%, Intesa Sanpaolo dell’1,48%. Male invece Azimut (-3,44%), Monte dei Paschi (-2,41%) e Bpm (-1,98%). Deboli energia e utility: A2A è scesa del 2,93%, Eni dell’1,36%, Enel dell’1,22%. In recupero del 2,06% Finmeccanica, che solo a mercati chiusi ha annunciato di aver convocato per il prossimo primo dicembre un nuovo board per la revisione delle deleghe. Chiusura sotto la parità per le principali Borse europee: Londra -0,24%, Francoforte -0,54%, Parigi -0,01% e Madrid, in calo dello 0,23 per cento.