Risanamento a picco e la Consob accende un faro

Per Risanamento ancora una giornata difficile a Piazza Affari. Le azioni del gruppo immobiliare che fa capo a Luigi Zunino sono state sospese per eccesso di ribasso, poi riammesse in negoziazione, chiudendo in calo dell’11% a 2,75 euro. Secondo gli operatori il mercato teme l’indebitamento della holding. Intanto sono passate di mano più di un milione di azioni, contro una media delle ultime 30 sedute pari a 996mila pezzi, pari al 3,6% del capitale. È la sesta seduta consecutiva in calo per Risanamento, che da fine dicembre ha mandato in fumo quasi 250 milioni. E la Consob accende un faro, chiedendo alla società di commentare le notizie della stampa. Lo riferiscono fonti finanziarie, precisando che un comunicato dovrebbe essere diffuso entro la riapertura dei mercati di oggi.