Per risarcire i tifosi abbonamento offerto al prezzo di un caffè

Pasini, presidente della Pro Sesto, vuol farsi perdonare la brutta retrocessione dell’anno scorso

Marco Guidi

Allo stadio al costo di un caffè. Succede a Sesto San Giovanni, dove il presidente della Pro Sesto, Luca Pasini, ha deciso di avviare una campagna abbonamenti a prezzi stracciati per risarcire la tifoseria della scorsa, sfortunata stagione dei biancocelesti. Un’annata, quella appena trascorsa, conclusasi con la retrocessione della Pro Sesto in serie C2 dopo la sconfitta ai playout contro il San Marino. Così per occupare un posto sulle gradinate del «Breda» basterà sborsare un euro a partita, per un totale di 17 euro. Mentre per i distinti, le 17 gare casalinghe costeranno due euro a match. A dir la verità Pasini aveva già intrapreso un’iniziativa simile lo scorso anno, quando la squadra era appena stata promossa in serie C1. Furono 1500 gli abbonamenti sottoscritti dai supporter biancocelesti. Un successo, per una società che gioca in uno stadio da soli 4mila posti. «Dopo la bruciante retrocessione della passata stagione - dice Luca Pasini - ritengo giusto proporre al nostro pubblico la possibilità di assistere agli incontri al prezzo di un caffè». I tifosi apprezzeranno? Sì, visto che la Pro Sesto probabilmente sarà anche ripescata nel girone A della serie C1 dopo il fallimento di Catanzaro, Torres e Gela. La conferma ufficiale dovrebbe arrivare mercoledì, tanto che lo staff di Pasini si aspetta «un’impennata nella corsa alle tessere».
Una postilla sarà meno gradita dai fan del club di Sesto San Giovanni. Sul sito ufficiale della squadra, www.prosesto.it, è infatti specificato che la società è libera di riservarsi l’istituzione, durante il campionato, di una «domenica biancoceleste». E che sarà mai? Semplice, una domenica come tutte le altre, ma in cui gli abbonamenti non saranno validi. In quel giorno, per varcare i cancelli del «Breda» sarà dunque necessario munirsi di biglietto. Pasini intanto carica l’ambiente. «Abbiamo tutti una gran voglia di rivincita e il calore del pubblico è una componente fondamentale». Già, ma il tifoso medio è esigente. Vuole acquisti in grado di entusiasmarlo. Ma in attesa del ripescaggio la campagna acquisti della Pro Sesto è congelata. Poche novità, insomma. Anzi, la stella della squadra, il bomber Marco Sansovini (11 gol nel 2005/2006), è già stato ceduto al Grosseto. «Provvederò a rinforzare la squadra appena saremo in C1», spiega Pasini. Forse che anche i tifosi aspetteranno a rinnovare le tessere?