Un riscatto per il collega sudafricano

Natalie è originaria del Sud Africa, proprio come Oscar Pistorius, l’atleta che chiede di partecipare, se si qualificherà, ai 400 metri delle Olimpiadi insieme ai normodotati, utilizzando le speciali protesi in fibra di carbonio che ha da quando gli furono amputate le gambe. A Pistorius la Federazione internazionale di atletica leggera ha negato il via libera per Pechino. Da qui il ricorso al Tas (tribunale per lo sport), che si pronuncerà con un verdetto sul caso entro tre settimane.