Riscatto dei Vipers nella «battaglia» di Alleghe

Decide la marcatura di Borgatello in superiorità numerica Finale incandescente

Con una vittoria col minimo scarto e al termine di una partita oltre 3 ore per un’interruzione nel terzo tempo, i Vipers riportano la semifinale in parità: decide la rete realizzata da Borgatello al 25’, in superiorità numerica. Milano inizia con il piglio giusto e si spinge all’attacco della porta difesa da Groeneveld, andando vicina per tre volte alla rete del vantaggio, per due volte con Evans e soprattutto al 4’ quando Chitarroni, in contropiede nonostante l’inferiorità numerica, si presenta davanti al portiere olandese ma coglie un palo. I padroni di casa reagiscono con Harder che in due occasioni sembra avere il disco ideale, ma Passmore para tutto. L’incontro si accende, Colcuc chiama penalità in serie e i Vipers devono giocare per quasi due minuti in doppia inferiorità numerica, ma si salvano grazie alla difesa. Il primo periodo termina con un’azione personale di Lino De Toni e un tiro di Felicetti parato da Groeneveld. In quest’ultima azione Colcuc decreta due penalità in simultanea ai danni di Ricciardi e Sundblad. Tuttavia il doppio vantaggio non per i Vipers non conduce a nulla. Nel secondo tempo succede ancora, e soltanto dopo cinque minuti di gioco i Vipers sbloccano il risultato con Borgatello, che in superiorità numerica batte Groeneveld con un tiro dalla linea blu che passa tra una mischia di compagni e avversari. La risposta dell’Alleghe è sulle stecche di Chaulk e Fabrizio Fontanive: Passmore è in serata di grazia e non si fa superare. Il secondo riposo vede i Vipers avanti per 1-0.
Il terzo periodo si apre con una interruzione-fiume, quasi mezz’ora a causa della rottura del plexiglas. Alla ripresa del gioco l’Alleghe cerca di stringere i tempi per il recupero, eppure sono i Vipers a rendersi pericolosi con uno scambio in velocità tra Evans e Christie conclusosi con la respinta di Groeneveld. All’11’ occasione invitante per Lysak che da due passi non riesce a superare il portiere avversario. Al 14’ scontro a centropista tra Lino De Toni e Strazzabosco: il capitano alleghese alza troppo la stecca che centra in piena faccia il difensore rossoblu. Il direttore di gara segnala la penalità, a Strazzabosco va peggio: ci rimette tre denti. Al 16’ traversa di Bilotto in situazione di superiorità. Passano solo una manciata di secondi e Colcuc penalizza anche Passmore per colpo di bastone e di conseguenza i Vipers si trovano in tre contro cinque. La doppia inferiorità dura solo 22 secondi perché anche Harder finisce in panca puniti. Gli ultimi giri di orologio sono da thrilling, Chitarroni in contropiede fallisce il raddoppio, mentre l’Alleghe cerca di raggiungere il pareggio negli attimi finali. Al suono della sirena i Vipers escono vittoriosi dalla battaglia.