Rischiò di morire per una varicella

Lo chiamavano Soso e il suo destino sembrava segnato. La miseria e le malattie avevano già ucciso i suoi quattro fratelli e papà aveva perso la testa. Vissarion Stalin era una calzolaio fallito che si ammazzava con l’alcol e che la sera ubriaco, picchiava la moglie Ekaterina. Si viveva di stenti, sul filo della vita. Soso rischiò la sua per colpa di una forma acuta di varicella, poi una setticemia gli lasciò per sempre il braccio sinistro più debole dell’altro. A 10 anni poi fu travolto da un calesse durante una festa di paese. Ma era buono. Così buono che la mamma se lo vedeva già prete...