Rischia 10 anni di reclusione

Sarà interrogato oggi, per la convalida dell’arresto, Alessandro Mega, l’operaio di ventinove anni che l’altra notte, mentre era alla guida della sua automobile, dopo aver assunto della cannabis e del valium, ha causato la morte della studentessa Roberta Caracci, ventiquattro anni, in uno scontro frontale. L’operaio comparirà davanti al giudice delle indagini preliminari Guido Salvini.
In base alle nuove norme, l’omicidio colposo aggravato dal fatto di guidare sotto l’effetto di sostanze psicotrope è punito con una pena che va dai tre ai dieci anni di reclusione.