«Rischiamo di scomparire»

Questo articolo (...) contiene una domanda «proibita» che noi rivolgiamo a tutta la sinistra. (...) Vale la pena di restare in questo governo? O più precisamente: cosa è che obbliga la sinistra a restare dentro una alleanza che (...) ritiene di poterla tenere prigioniera sulla base di una equazione che viene ripetuta all’ossessione: se si scioglie questa maggioranza torna Berlusconi? (...) È chiaro che in questo clima (...) il ritorno al governo di una destra forte e rivitalizzata dalla sconfitta del centrosinistra, potrebbe essere devastante. Comincio a dubitare però che sull’altare di questa cruda e crudelissima verità si possa sacrificare la stessa nostra esistenza, la ragion d’essere, la volontà (...) dei popoli che sono scesi in piazza il 20 ottobre di non essere cancellati.