Rischiano fino a cinque anni

Violazione del Codice di giustizia sportiva, quello della lealtà, correttezza e probità: se questa fosse l’imputazione per le società ci sarebbero multe (o punti di penalizzazione e squalifiche per dirigenti e giocatori da 12 a 18 mesi. Nel caso invece di illecito sportivo (art. 6): revoca del titolo, retrocessione all’ultimo posto e penalizzazione per il campionato attuale; per dirigenti e giocatori inibizione fino a 5 anni, il ritiro della tessera per gli arbitri.