A rischio cancellazione il contratto in Nigeria e il titolo perde il 17%

Seduta pesantissima per Saipem che lascia sul terreno il 17% circa del suo valore sulle voci di cancellazione di un contratto con la Saudi Aramco per un valore di 1,6 miliardi di euro, comprensivo anche di una parte più piccola che riguarda la Nigeria. Una nota della società di ingegneristica dell’Eni ha poi precisato che il contratto per lo sviluppo del campo petrolifero di Manifa «non è stato al momento cancellato» e che la società petrolifera saudita «ha dato istruzioni di non assumere ulteriori impegni nei confronti di fornitori/subcontrattisti in attesa dei risultati di uno studio per ottimizzare i costi». La notizia ha penalizzato anche Tenaris che ha ceduto il 10,51% .