Il rischio degli ultrà per il corteo di Genova

La morte di Gabriele Sandri Genova la sta vivendo sulla pelle. Perché sabato prossimo a qualche testa calda potrebbe venire in mente di rendergli «giustizia». E su quello che fino a ieri poteva essere un corteo dove nessuno aveva interesse a procurare disordini, oggi si addensano nubi nere. Parola di Luca Casarini, leader dei disobbedienti. Che non si smentisce mai. E, a proposito dei teppisti che domenica hanno messo a ferro e fuoco mezza Italia dice: «Hanno ragione». Intanto arriva la decisione dei gruppi ultrà genovesi di darsi appuntamento a Genova sabato sera (...)