«A rischio i giochi sequestrati a Chinatown»

«Abbiamo sventato una potenziale minaccia per la salute e la sicurezza di molti bambini». Commenta così il vicesindaco, Riccardo De Corato, l’intervento della Polizia locale che l’altro giorno ha sequestrato 16mila esemplari di giocattoli contraffatti in via Rosmini, nel quartiere di Chinatown. Una vasta operazione, hanno spiegato gli agenti, che ha permesso di identificare e togliere dal mercato oggetti per gran parte privi del marchio della Comunità europea o spacciati per prodotti di marca. Nel negozio, di proprietà di un cittadino cinese di 39 anni, sono stati trovate anche 2.413 etichette Ce false. L’uomo è stato denunciato per contraffazione di marchi e vendita di giocattoli non a norma.
«L’operazione rappresenta un duro colpo per la malavita cinese che opera sul territorio intorno a via Sarpi - aggiunge De Corato -. E non è nemmeno il primo, considerato i tanti sequestri analoghi effettuati dai vigili negli ultimi anni. Nel dettaglio, la merce requisita va dalle pistole giocattolo a spade di plastica, dai peluche ai palloncini gonfiabili.