La riserva del conte

Apri il sito della tenuta Col d’Orcia, www.coldorcia.it, e subito leggi che «produce vini che sono l’espressione dello straordinario terroir di Montalcino». Sono 140 ettari vitati in Sant’Angelo in Colle. Le origini dell’azienda risalgono alla prima metà del secolo diciassettesimo quando la famiglia senese dei Della Ciaia decise di dare vita a una struttura di pregio. Poco più di trent’anni fa, nel 1973, la proprietà venne rilevata dal conte Alberto Marone Cinzano, ennesimo nobile stregato da Montalcino e dal Brunello, la Riversa Poggio al Vento la sua bottiglia più riuscita. Dal ’92 presidente è Francesco Marone Cinzano.