Risolto il giallo del cadavere di Vado

È stato identificato il cadavere trovato martedì nel bosco sulle alture del retroporto di Vado Ligure nel ponente savonese. L’autopsia, che è stata eseguita ieri, ha evidenziato sei elementi inferiori della dentatura e sette superiori, tra i quali anche otturazioni dei molari, due dei quali in oro che riconducono, con una approssimazione del 99%, ad Alberto Garra, il sessantenne pensionato della centrale ex Enel, scomparso dalla sua abitazione, nel centro di Vado Ligure, il 22 maggio scorso. Spiega il comandante provinciale pro-tempore dei Carabinieri, Olindo Di Gregorio: «Dovrà essere ancora valutato l’esame del Dna per avere la certezza assoluta, ma dalle prime risultanze dell’esame autoptico sembra quasi certo che il cadavere appartenga ad Alberto Garra».
Intanto l’autopsia non ha chiarito le cause della morte, bisognerà, quindi, attendere l’esame tossicologico. Accanto alla vittima, i Carabinieri hanno rinvenuto una confezioni di farmaci usati dalla madre di Garra, recentemente scomparsa, e questo fatto farebbe sospettare tra le probabili cause della morte una intossicazione da farmaci.
Non si tratta dunque di Alberto Zabbialini, il giovane meccanico di Muscoline, in provincia di Brescia, allontanatosi da casa il 10 maggio scorso perché credeva di aver contratto una grave malattia. Il corpo, in avanzato stato di decomposizione, ieri non è stato riconosciuto dai familiari di Zabbialini. Il giovane si è allontanato da casa perché temeva di aver contratto una malattia grave che pensava di aver trasmesso anche alla sua fidanzata Chiara. In realtà gli esami medici a cui il giovane si è sottoposto hanno dato esito negativo.
Il corpo senza vita trovato dal taglialegna - che sembra quasi certamente essere quello di Alberto Garra - aveva il volto quasi scarnificato, irriconoscibile: era sdraiato sulla schiena, la testa incastrata tra due rami. Indossava soltanto una maglietta chiara a maniche corte, arrotolata sull’addome: nelle vicinanze una camicia celeste a maniche corte, un paio di slip bianchi, un paio di mocassini neri e un coltellino.